Ricorso al D.g.r 203/14 della Regione Liguria, il T.A.R di Genova ha emesso lunedì 8/5/2017 la sentenza della cessata materia del contendere con soccombenza della Regione Liguria delle spese legali

Inviato da mario Saiano il 10/05/2017 (450 letture)
Pubblica in:


Vi ricordate il ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale (T.A.R.) che un gruppo di educatori Liguri aveva depositato tramite l'avvocato Simona Nicatore in merito al dgr 203/2014 della Regione Liguria?

Lunedì 8/5/2017 il T.A.R di Genova ha emesso la sentenza della cessata materia del contendere con soccombenza della Regione Liguria delle spese legali e del contributo unificato.

Facciamo una veloce cronistoria:
La Regione Liguria in prima istanza con la dgr 203/2014  aveva stabilito che chi era in possesso del titolo di “tecnico animatore socio-educativo” poteva considerarsi come “educatore” che poteva operare nel sistema della residenzialità e semi-residenzialità previsto dalla dgr 862/2011 nella  quale ritroviamo le comunità terapeutiche riabilitative per minori e adolescenti, i SEPA, comunità madre bambino, ecc. 

Nel mese di Maggio 2014 un gruppo di 11 educatori provenienti dalle diverse formazioni che in questi ultimi 20 anni hanno abilitato alla professione, aveva depositato  presso il T.A.R di Genova il ricorso contro la d.g.r  203.

Anep formalmente non era  tra i ricorrenti ma, come già esplicitato con diversi comunicati passati  e con  lettera inviata ai relativi interlocutori istituzionali liguri,  a cui  non è mai seguita risposta,  ritienne che  il corso TASE non fosse una idonea risposta ai bisogni di coloro che lavorano come educatori in assenza di un titolo formalmente abilitante.

Nell' agosto 2014 la Regione Liguria con il DGR 924 del 22 luglio 2014, aveva deciso in via “autotutelante” di stralciare la dicitura del TASE, annullando parzialmente, la delibera  203, contro la quale ANEP, come già detto, aveva espresso il suo dissenso.

Lunedì 8/5/2017 il T.A.R di Genova ha emesso la sentenza che sostanzialmente prevede che ai ricorrenti è stato  riconosciuto il loro ricorso e la Regione Liguria è stata condannata a pagare le spese legali all' Avv. Nicatore più il contributo unificato che i ricorrenti avevano dovuto anticipare per poter sporgere ricorso.

Un appaluso all'operato e al coraggio dimostrato dai ricorrenti, che hanno voltuo affermare il principio di tutela e qualità professionale, che ANEP ha sempre affermato come elemento fondamentale per la tutela delle persone a cui l'operato dell' Educatore Professionale si rivolge.

 

Database query failed