Proteggere ed accogliere

Pubblicato il 29-07-2015 da Luca Balducci - ( 890 letture )

 

I bambini e ragazzi sono una risorsa fondamentale per il futuro e per lo sviluppo di una comunità regionale, pertanto devono essere sostenuti in tutte le tappe della loro crescita con l'obiettivo di perseguirne il benessere e la salute. La Regione Emilia-Romagna pone da sempre grande attenzione al tema della prevenzione e del sostegno ai bambini che vivono in contesti difficili, anche tenendo costantemente monitorato il fenomeno attraverso un sistema informativo che raccoglie i dati direttamente dai i servizi sociali territoriali. All'inizio del 2014 erano oltre 54.700 i bambini e i ragazzi (circa il 7% della popolazione minorenne residente) accolti e seguiti dai servizi sociali territoriali, prevalentemente per problematiche riconducibili a condizioni del nucleo familiare: povertà economico-abitativa, disagio relazionale e conflittualità. Tra questi sono quasi 2.470 i bambini e i ragazzi che vivono fuori dalla loro famiglia di origine - di cui 462 sono minori stranieri non accompagnati. Si tratta di situazioni in cui sono presenti elementi di grave pregiudizio per la loro crescita, come ad esempio essere vittime di violenze o maltrattamenti, in stato di abbandono, e per cui si rende necessario intervenire con misure di protezione, in alcuni casi anche temporaneamente sostitutive della famiglia naturale, come ad esempio l'affidamento ad un'altra famiglia o l'accoglienza in una comunità educativa dedicata e professionalmente preparata. 

Con l'intento di approfondire la conoscenza del fenomeno, intervenire sulle cause, valutare punti di criticità e di forza del sistema di offerta dei servizi, promuovere e sostenere progettualità ed interventi flessibili ed innovativi in relazione ai bisogni espressi, nasce la ricerca Sulla qualità della governance del sistema di protezione e accoglienza di bambini e ragazzi che sarà presentata giovedì 17 settembre dalle ore 9.00 alle 13.00 a Bologna, occasione di dialogo e confronto degli operatori su queste tematiche.

La ricerca è stata promossa da Regione Emilia-Romagna e realizzata dalla Fondazione Emanuela Zancan, coordinata da Roberto Maurizio, in collaborazione con i Coordinamenti regionali delle diverse tipologie di comunità di accoglienza per minorenni. Tra i suoi principali obiettivi vi è quello di costruire un significato condiviso di buon governo del sistema di accoglienza attraverso i pareri dei diversi protagonisti, quello di migliorare la qualità dell'integrazione tra tutti i soggetti interessati, promuovere ed arricchire il dialogo e il confronto mettendo a valore il repertorio di buone prassi realizzate, con al centro il tema della valutazione.

                                                            

 

Pubblica in:   

Notizia presente in:

 

ULTIME NEWS NAZIONALI

Questionario d’indagine sull’Identità dell’Educatore Professionale

Identità, consapevolezza e senso di appartenenza. Indagine nazionale sulla figura dell’Educatore Professionale

Educatori professionali: serve una legge ad hoc

Articolo del 1 aprile 2019 su www.vita.it di Francesco Crisafulli e Nicola Titta

Educatori professionali a confronto

Intervista a Radio Città Fujiko Il podcast della puntata: https://www.mixcloud.com/EUCIT/signore-e-signori-il-welfare-è-sparito-puntata-del-28-marzo-2019/

ULTIME NEWS REGIONALI

Bando ATS Città di Milano, scadenza 31 maggio 2019

AVVISO PUBBLICO PER TITOLI E COLLOQUIO PER LA FORMAZIONE DI SPECIFICA GRADUATORIA FINALIZZATA ALL’AFFIDAMENTO DI N.14 INCARICHI DI COLLABORAZIONE PER LA UOC PROMOZIONE SALUTE - UOS PREVENZIONE SPECIFICA – UOS PROMOZIONE SALUTE MILANO, UOS PROMOZIONE SALUT

AUDIZIONE ANEP PRESSO LA QUARTA COMMISSIONE SANITA' E POLITICHE SOCIALI DELLA REGIONE MARCHE

Audizione sulle delibere regionali relative alle autorizzazioni delle strutture ospedaliere ed extraospedaliere sanitarie e socio sanitarie di cui alla L.R. 21/2016.

Una comunità sempre più ricca...benvenuti nella professione ai nuovi colleghi dalla sezione Toscana!!

Anep Toscana dà il benvenuto nella professione a undici nuovi colleghi che, lo scorso 9 aprile, hanno svolto la prova pratica di abilitazione e discusso la propria tesi a conclusione del percorso di studi all’interno del corso di Laurea in Educazione Prof

Università Milano: benvenuto ai nuovi colleghi

Neolaueati Università Statale Milano