Piano Mugello

Pubblicato il 01-01-2016 da Luca Balducci - ( 1451 letture )

 

Col voto all’unanimità da parte dell’Assemblea della Società della Salute è stato approvato il Piano di Zona 2016 per il Mugello. Che ammonta complessivamente a 5.623.000 euro. Di questi, 3.502.000 euro, più della metà, corrispondono a conferimenti diretti dei Comuni e oltre 2.000.000 d’euro a finanziamenti convogliati dalla SdS, tra cui 1.200.000 regionali. 

“Abbiamo varato un Piano di Zona per oltre 5 milioni e mezzo d’euro, e – sottolinea il presidente della Società della Salute Mugello Roberto Izzo – sono oltre 5 milioni e mezzo d’euro di attività e interventi per il nostro territorio, i nostri cittadini, con particolare attenzione e impegno ad anziani, famiglia e minori, disabilità. La nostra SdS funziona e funziona bene, e non mi stancherò mai di dirlo – commenta ancora il presidente della Società della Salute Mugello Roberto Izzo. Grazie alla cooperazione istituzionale, con uno sforzo diretto, importante, dei Comuni, un egregio e costante lavoro e controllo della struttura tecnica, la professionalità degli operatori, riusciamo a garantire servizi e risposte appropriate a bisogni sociali delle persone che vivono in Mugello, con parità di trattamento da chi vive a Firenzuola a chi a Dicomano”. Nella programmazione delle attività e dei servizi quella relativa la voce più consistente resta quella relativa all’area d’intervento “Anziani”, complessivamente 2.493.500 euro, in particolare per: interventi domiciliari con personale qualificato, 880.000 euro, e rette sociali in RSA, 1.125.200 euro; assistenza domiciliare per anziani fragili, 194.300 euro; servizio mensa a domicilio, 152.300 euro; attività di welfare leggero “Anziano fragile”, 66.400 euro; centri semiresidenziali, 75.300 euro. All’area “Disabilità” corrisponde un finanziamento complessivo di 1.348.100 euro, per: centri semiresidenziali, 583.800 euro; servizi di trasporto, 256.800 euro; assistenza specialistica con supporto educativo agli alunni disabili, 486.300 euro. Ammontano invece a 1.205.000 euro gli interventi nell’area “Famiglie e minori” per sostegno a disabili ed educazione domiciliare a favore di famiglie e minori in condizioni di disagio, 358.300 euro; inserimento di minori in strutture, 546.700 euro; esoneri di pagamento dei servizi educativi e per il diritto allo studio, 115.000 euro; affido minori a famiglie, 80.400 euro, e Centro Affido zonale, 40.000 euro. Ancora, l’area “Povertà e disagio adulti”, 337.900 euro, è suddivisa in contributi economici, anche per emergenza abitativa, 190.200 euro; Agenzia Casa, 12.000 euro; inserimenti socio-terapeutici, 127.900 euro; mentre per interventi nelle aree “Dipendenze”, “Salute mentale”, “Immigrati” sono previsti, rispettivamente, 20.000, 20.000 e 10.500 euro. Per “azioni trasversali e di sistema” sono destinati a 188.000 euro, tra cui il fondo di riserva per emergenze per 40.000 euro. Infine, finanziati con 70.000 euro progetti elaborati sulla priorità famiglia e minori da soggetti del Terzo Settore, valutati e condivisi dal Comitato di Partecipazione e dalla Consulta del Terzo Settore della SdS Mugello.
 
                                                                
 
Fonte gonews

 

Pubblica in:   

Notizia presente in:

 

ULTIME NEWS NAZIONALI

I 60 CFU del corso intensivo non sono validi per l'iscrizione all'albo professionale previsto per l'EP

i 60 CFU del corso intensivo non sono validi per l'iscrizione all'albo professionale.

Comitato di Lanzarote

Dichiarazione a firma del presidente e vicepresidente del Comitato di Lanzarote sul rafforzamento della protezione dei bambini contro lo sfruttamento e gli abusi sessuali in tempi di pandemia COVID-19

ULTIME NEWS REGIONALI

Assemblea SOCI ANEP Marche - 7 Ottobre 2020

Convocazione Assemblea dei Soci

ASSEMBLEA SOCI ANEP SEZIONE LAZIO

Convocazione Assemblea Regionale

Convocazione Assemblea Soci Anep Liguria

Assemblea Soci Anep Liguria

Assemblea Regionale ANEP LOMBARDIA 7 settembre 2020

Convocazione Assemblea Regionale