Frequently Asked Questions (FAQ)

Carissimi Soci,

Di seguito riportiamo alcune domande frequenti che potrebbero rispondere ai dubbi di molti colleghi in vista di questo importantissimo cambiamento per la nostra professione.

 

 

1. Quale è la legge che ha definito l’obbligo di iscrizione all’ albo?

RISPOSTA: a legge 3/2018 ha ribadito l'obbligatorietà di iscrizione all'albo: “Per l'esercizio di ciascuna delle professioni sanitarie, in qualunque forma giuridica svolto, è necessaria l'iscrizione al rispettivo albo” (Capo II, art. 5, comma 2).

2. A chi è rivolta tale normativa?

RISPOSTA: a tutti gli operatori che esercitano la professione di educatore professionale in ambito sanitario e socio sanitario.

 

3. Entro quando devo iscrivermi all’albo?

RISPOSTA: Risposta: a decorrere dal 1° luglio 2018, essendo disponibili tutti gli elementi normativi, procedurali e tecnologici necessari, ai sensi della legge 3/2018, DM 13 marzo 2018, tutti i Professionisti Sanitari afferenti all'Ordine dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione sono tenuti a presentare quanto prima la domanda di iscrizione all'ordine. I 18 mesi di cui all'art. 5 comma 2, del DM 13 marzo 2018 non sono per il professionista, cioè il tempo che ha a disposizione ed entro il quale deve iscriversi, bensì per l'Ordine che, in assenza delle commissioni d'albo, per un massimo di 18 mesi potrà disporre dei RAMR per la prima delle funzioni che la legge 3/2018 pone in capo alle stesse commissioni. 

Se così non fosse stato, nessuno avrebbe potuto proporre le iscrizioni dei professionisti al Consiglio Direttivo dell'Ordine, precludendo a monte la possibilità di dare corso al disposto normativo di partenza.

 

4. Dopo quanto riceverò conferma di avvenuta iscrizione all’albo? 

RISPOSTA: Il RAMR entro 60 giorni valuterà la domanda ricevuta e richiederà le integrazioni, se necessarie. Successivamente alla valutazione della domanda, predisporrà un verbale di idoneità e invierà la richiesta d’iscrizione al Consiglio Direttivo dell’Ordine. Da questo momento sono previsti altri tre mesi per esprimersi in merito e confermare l’istruttoria. Questo significa che dal momento in cui si presenta la domanda di iscrizione, al momento in cui il processo si conclude, possono passare anche 5 mesi. (max 105 giorni).

Dal momento in cui il professionista avvia l’iscrizione, è iscritto con riserva, ma potrà esercitare perché in regola.

 

5. Cosa succede se non effettua l'iscrizione?

RISPOSTA: l’operatore che esercita la professione di Educatore Professionale in ambito sanitario e socio sanitario che non risulta iscritto al relativo albo può essere perseguibile penalmente per esercizio abusivo della professione.

 

6. Se decido di non iscrivermi all’albo cosa rischio?

RISPOSTA: Da Settembre 2019 per l’operatore che opera in ambito sanitario o socio sanitario che non risulta iscritto all’albo può essere attivata la procedura di denuncia per esercizio abusivo di professione sanitaria.

 

7. Se sono un educatore professionale che lavoro per cooperativa sociali ho l’obbligo di iscrivermi all’albo?

RISPOSTA: SI! Essendo l‘Educatore Professionale come definito dal DM 520/98 “professionista sanitario abilitato ad esercitare nel settore sociale e sanitario” per esercitare la professione è obbligatorio l’scrizione all’albo professionale mediante titolo abilitante. Si ricorda che l’esercizio di una PROFESSIONE in assenza dell’iscrizione al relativo albo nazionale si configura come abuso della professione.

 

8. Se mi iscrivo all’albo il 1 luglio fino a quando dura la mia iscrizione?

RISPOSTA: Dal momento che si presenta domanda di iscrizione all’ albo ci vogliono circa 6 mesi per avere comunicazione di accettazione dell'istanza presentata. Terminato l’iter l’ordine manderà comunicazione al professionista di accettazione dell’iscrizione e si verrà iscritti all’ albo degli educatori professionali per l’ anno 2018. Da gennaio 2019 si dovrà solo rinnovare l’iscrizione all’albo corrispondente.

 

9. Sono residente a Milano ma lavoro a Genova, a quale ordine provinciale devo presentare l’istanza di iscrizione all’albo?

RISPOSTA: Il professionista ha l’obbligo di iscriversi alla sede provinciale dove esercita la professione. Sul territorio Italiano esistono già 61 ordini provinciali consultabili a questo elenco. In caso di libera professione, varrà la sede dove il professionista esercita prevalentemente l'attività.

 

10. Sono un operatore che non esercita la professione (ad esempio un neo laureato, un disoccupato) a quale ordine provinciale devo iscrivermi?

RISPOSTA: L’operatore che non esercita la professione può iscriversi all’ordine provinciale di riferimento alla propria residenza anagrafica.

 

11. Sono iscritto ad ANEP devo iscrivermi all’albo o l’associazione comunica i miei dati all’albo direttamente?

RISPOSTA: il professionista ha l’obbligo di presentare domanda di iscrizione all’albo, individualmente. 

 

12. Non svolgo l’attività di Educatore Professionale, pertanto non ho intenzione di iscrivermi all’albo. Posso partecipare ad un bando di concorso pubblico? 

RISPOSTA: Per fare una domanda di concorso pubblico è obbligatorio essere iscritti all’albo.

 

13. Con l’iscrizione all’albo, cambia qualcosa per la cassa previdenziale? 

RISPOSTA: L’Ordine si è istituito da pochissimo, al momento non cambia nulla. I contributi vanno sempre versati alla gestione separata INPS, in base alla propria collocazione lavorativa.

 

14. Con l’iscrizione all’albo, cambia qualcosa per l’assicurazione professionale?

RISPOSTA: No, l’obbligo dell’assicurazione rimane, in quanto obbligatoria per la legge Gelli 24/2017. Il fatto di avere un ordine o meno non cambia tale obbligo. Sarà poi l’ordine territoriale eventualmente a prevedere di includere nella quota d’iscrizione l’assicurazione nei prossimi anni.

 

15. Ma quali sono i costi esatti derivanti dall'iscrizione all'albo?

RISPOSTA: I costi da sostenere sono quelli relativi ai:

  • costi di segreteria di 35,00 €, gratuiti per gli iscritti ANEP 2018. Per sapere se si è regolarmente iscritti ad ANEP, scrivere a responsabile.tesseramento@anep.it
  • la tassa governativa di 168,00 € da sostenere una volta nella vita;
  • La tassa di iscrizione annua all'Ordine provinciale, in virtù della loro natura giuridica, possono applicare quote differenti a seconda della provincia. Il range potrebbe essere tra le 65,00 e le 150,00 €. La temporalità dell'iscrizione è da considerare dal 1 gennaio al 31 dicembre, anno solare.
  • La marca da bollo di 16,00 € che serve per certificare il titolo, quindi solo la prima volta.

 

 

Tutto chiaro? Per eventuali informazione, contattare il servizio info@anep.it

 


 

Prossimi Eventi

“Educatore professionale: la professione ed il professionista a vent’anni dal profilo professionale”

Corso di Formazione ECM, 5-6 Ottobre 2018 / Genzano di Roma


Riabilitazione: modelli teorici e di intervento, interdisciplinarietà, applicazioni e buone prassi

A Trani (BT) per parlare con l'Ordine degli Psicologi della Regione Puglia, evento patrocinato ANEP


Workshop sulle dinamiche e sviluppi di una professione cruciale nell'evoluzione del sistema trentino di welfare

Il Dipartimento di Psicologia e Scienze Cognitive organizza nell'ambito del Corso di Laurea in Educazione Professionale...


Dalla Psichiatria alla Salute Mentale una cultura clinica inclusiva dei nuovi bisogni per nuovi servizi

Congresso della Società Italiana di Psichiatria Sezione Regionale Lombarda, a Milano il prossimo 20 giugno '18.

Letteratura scientifica

bibliografia per ep

Selezione bibliografica per gli Educatori Professionali

entra

La valutazione nel lavoro dell'educatore professionale

Registro degli Iscritti

Il servizio è fornito quale tutela e garanzia nei confronti del Cittadino e delle Istituzioni. 

L'elenco degli iscritti è composto da Professionisti che aderiscono a norme di comportamento professionale previste dal Codice Deontologico ANEP

Registro Iscritti

La ricerca verrà eseguita per cognome